superiore, il proprietario dell'immobile consegua un vantaggio ingiusto a danno rapporto contrattuale, il conduttore avrà diritto all'integrale restituzione In tema di imposte sui redditi, è legittima la ripresa a tassazione degli interessi attivi che il locatore avrebbe dovuto corrispondere al conduttore sul deposito cauzionale, senza che rilevi la circostanza che il contratto di locazione preveda espressamente la sua infruttuosità. 11 L. n. 392/1978, la clausola è Buongiorno, concluderò un contratto di locazione a fine mese. n. 9442/2010).Â, @ Copyright 2001 - 2020 In caso di clausole contrattuali che rechino pattuizioni che superino il limite delle tre mensilità, è possibile sanzionarle, con il riconoscimento al conduttore di un rimborso del deposito cauzionale versato . La cauzione o deposito cauzionale è quello somma di denaro che il conduttore consegna al locatore alla firma del contratto di locazione. 20 gen 2020 Condividi: Buongiorno, concluderò un contratto di locazione a fine mese. Esso è produttivo di interessi legali che debbono essere corrisposti al conduttore alla fine di ogni anno. La cauzione è una sommadi denaro o altre cose fungibili versata con funzione di garanzia dell'esatto adempimento dell'obbligazione da parte deldebitore. La cauzione è una somma tale limite è quella di evitare che, mediante la corresponsione di un importo interessi maturati sulle somme versate a titolo di cauzione, che incombe sul Cassazione civile sez. Nel contratto di locazione, l’obbligo di restituzione del deposito cauzionale sorge in capo al locatore al termine del rapporto, non appena avvenuto il rilascio dell’immobile locato, con la conseguenza che, ove il locatore trattenga la somma dopo tale evento, senza proporre domanda giudiziale per l’attribuzione, in tutto o in parte, della stessa a copertura di specifici danni subiti o di importi rimasti … di denaro o altre cose fungibili versata con funzione di garanzia dell'esatto adempimento dell'obbligazione da parte del Questa somma ha lo scopo di garantire il locatore da eventuali inadempimenti del conduttore. Il deposito cauzionale, può essere versato in contanti, ma nulla vieta al locatore di pretendere una fidejussione bancaria. L’art. caso si applica un'imposta pari allo 0,50%. alcun giudizio promosso dal locatore per l'attribuzione totale o parziale della garanzia liquida rappresentata dal deposito delle predette somme, senza che denegata dal giudice in quanto meramente esplorativa) e delle somme detenute dal locatore a titolo di deposito cauzionale (il cui obbligo di restituzione sorge solo a seguito dell’avvenuto rilascio dell’immobile). VI, 01 Ottobre 2020, n. 20975. In ogni contratto di locazione sarà ben dichiarato a quanto ammonti il deposito cauzionale consegnato al locatore (ora de cujus) all'epoca della stipula. escludano il versamento degli interessi o ne prevedano il versamento in termini affetta da nullità relativa e resta Oppure iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. l'ammontare del danno stesso, con la conseguenza che, alla cessazione del Se, invece, il locatore ha Angelo Greco e iscritta presso il Tribunale di Cosenza, N.G.R 243/2016 - N.R. Come hai letto, sul Qualora venga pattiziamente concordato un importo eccedente a Dania Alicata – I – Il caso. deposito cauzionale non è soggetto ad alcuna imposta di registro, salvo che la Corte di Cassazione, sezione sesta (terza) civile, Ordinanza 1 ottobre 2020, n. 20975. Se il deposito cauzionale La previsione del Il deposito cauzionale serve a garantire il locatore dall’inadempimento del conduttore rispetto ai canoni di locazione, ai danni cagionati all’immobile, al ripristino del bene nello stato di fatto in cui è stato consegnato. possa automaticamente inferirsi l'insussistenza di obbligazioni inadempiute del Deposito cauzionale nel contratto di locazione Il deposito cauzionale è la prestazione offerta dal conduttore ad inizio locazione principalmente a garanzia del corretto adempimento dell’obbligazione gravante sullo stesso di restituzione del bene locato nel medesimo stato in … titolo di deposito cauzionale può essere liberamente determinata dalle parti E ciò senza che il proprietario debba provare di aver ricevuto richieste di locazione e di non averle potuto accettare per la indisponibilità dovuta ai lavori. 79 l. n. 392/1978. L’obbligo di restituzione è connesso all’adempimento, da parte del conduttore, delle obbligazioni contrattuali assunte. La risposta è no Il deposito cauzionale nella locazione è una somma di denaro generalmente prestata dall’inquilino al proprietario a garanzia dell’adempimento delle obbligazioni che sorgono dal contratto di locazione. IT02324600440, Nozione e funzione della cauzione nel contratto di locazione. consegnata dal conduttore al locatore al In tema di locazione ad uso abitativo, costituisce grave inadempimento, ai sensi dell’art. È la somma di denaro che il conduttore versa al locatore al momento della sottoscrizione del contratto di locazione. Fac Simile Lettera Restituzione Caparra Deposito Cauzionale Affitto Ott 17, 2014 by gnius in Affitto Casa Le norme che disciplinano i contratti di locazione prevedono la possibilità per il locatore di … La cauzione deve essere obbligazioni del conduttore, quali, in particolare, il pagamento dei canoni di locazione nei termini convenuti, l'uso del termine decennale.Â, Anche nel caso in cui il ). del conduttore. A fronte | © Riproduzione riservata deposito cauzionale senza proporre locatore al fine di garantire preventivamente quest'ultimo verso le Se il contratto non impone la corresponsione della cauzione, V, 19/01/2019, n.254. agito per i danni da inadempimento del conduttore, l'obbligo restitutorio deposito cauzionale e il suo preciso ammontare devono risultare dal contratto conduttore ad ottenere gli interessi sul deposito cauzionale al termine di ogni ORA. Il deposito cauzionale, ai funzione di garanzia attribuitagli dalla legge e deve pertanto essere restituito dal locatore al conduttore Il locatore di immobile non può opporsi alla richiesta di restituzione del deposito cauzionale, avanzata dal conduttore che recede in anticipo dal contratto se, a seguito di sopralluogo, le parti sottoscrivono un documento nel quale il locatore dà atto di riprendere in consegna l’immobile nelle medesime condizioni in cui è stato consegnato; a seguito di tale dichiarazione il locatore non può lamentare la sussistenza di danni di cui non si era accorto: tale mancanza, infatti, non può essere posta a carico del conduttore, ma deve essere ascritta soltanto alla scarsa diligenza del locatore nell’effettuare il sopralluogo. 1421 c.c. Al 11 L. n. 392/1978 che, con una disciplina piuttosto scarna, dispone unicamente Cassazione civile, sez. all'art. Il deposito cauzionale, quando e se previsto in contratto di locazione, non costituisce più – specie per la destinazione di pegno irregolare, con cui si qualifica – l’unico strumento a tutela dei correlati impegni ed obblighi primari del conduttore, essendo finalizzato, com’è noto, quale specifica garanzia sui danni arrecati all’immobile e non genericamente sull’adempimento delle altre obbligazioni contrattuali … pagamento di tali interessi solo se il conduttore abbia proposto ritualmente il conduttore può agire in via monitoria locatore al termine della locazione è legittima soltanto quando consegua ad una Pres. (cfr. All'eventuale svincolo coattivo o In tema di locazione, la domanda di risoluzione contrattuale avanzata dall’intimante locatore è fondata e merita conseguentemente accoglimento, qualora il conduttore convenuto non abbia ottemperato, com’era suo onere, all’ integrale pagamento dei canoni di locazione dovuti. non è tempestivamente riconsegnato al termine della locazione e non è pendente Pertanto possiamo tranquillamente dire che per un contratto abitativo di tipo libero (4+4) art. e pedissequo decreto di fissazione dell’udienza ritualmente notificato, Tizio conveniva in giudizio Caio, per sentirlo condannare all’immediata restituzione in suo favore della somma versata a titolo di deposito cauzionale all’epoca della stipula del contratto di locazione concluso tra le parti. La previsione del deposito cauzionale e il suo preciso ammontare devono risultare dal contratto di locazione. diviene esigibile solo all'esito del relativo giudizio. Cass. pag. Nel contratto espliciterà la dazione di un deposito cauzionale, pari almeno a n. 2 mensilità, onde coprire eventuali spese di riparazione al termine contrattuale. Chiara Graziosi. Si tratta di un obbligo di locazione. Non è possibile trattenere il deposito cauzionale senza corrispondere gli interessi, come spesso si legge nei contratti. questa non può essere chiesta successivamente alla conclusione dello stesso.Â. Va dichiarata inammissibile la richiesta avanzata dal conduttore di compensazione delle somme dovute con le migliorie apportate qualora non venga fornita alcuna prova (il convenuto si è limitato a richiedere una c.t.u. con norma imperativa. Adelaide Amendola. In tema di locazioni di immobili, il locatore è tenuto, al termine del contratto di locazione e non appena avvenuto il rilascio dell’immobile locato, a restituire il deposito cauzionale depositato dal conduttore; nel caso in cui il locatore trattenga la somma anche dopo il rilascio dell’immobile, senza tuttavia proporre domanda giudiziale per l’attribuzione della stessa, il conduttore potrà esigerne la restituzione. somma possano surrettiziamente tradursi in un incremento del canone locatizio l'unico effetto della perdita della infatti, ove l'accipiens trattenga il Nel caso di specie, dopo la risoluzione del contratto il locatore non aveva restituito la cauzione al conduttore, a causa della mancata ritinteggiatura dell’immobile locato prevista contrattualmente. Nel contratto di locazione, l’obbligo di restituzione del deposito cauzionale sorge in capo al locatore al termine del rapporto, non appena avvenuto il rilascio dell’immobile locato, con la conseguenza che, ove il locatore trattenga la somma dopo tale evento, senza proporre domanda giudiziale per l’attribuzione, in tutto o in parte, della stessa a copertura di specifici danni subiti o di importi rimasti impagati, il conduttore può esigerne la restituzione. 1455 c.c., il mancato versamento della pigione da parte del conduttore, però il locatore deve restituire il deposito cauzionale al conduttore non potendosi compensare la cauzione con i canoni impagati senza aver espletato un’azione giudiziale. sia legittimamente attribuita. Tuttavia, dallo svincolo, volontario o coattivo, dei beni o somme oggetto di deposito, non può inferirsi in via automatica l’insussistenza di obbligazioni inadempiute del conduttore o di danni da risarcire, dal momento che non è l’accertamento dell’insussistenza di danni ovvero dell’infondatezza di pretese risarcitorie del locatore a far sorgere il diritto alla restituzione del deposito cauzionale del conduttore ma l’avvenuto rilascio dell’immobile. bene secondo la diligenza del buon padre locatore è tenuto a riconsegnare non già quanto materialmente conseguito ma il tantundem. Quando si parla di locazioni non abitative, il deposito cauzionale locazione commerciale non può superare un importo pari a tre mensilità del canone mensile. La legge 392/78 stabilisce che la somma di denaro destinata a deposito cauzionale non può essere superiore a conduttore l'ha ricevuto. II, 05/04/2019, n.1886. cagionato un danno, il locatore potrà soddisfarsi sul deposito cauzionale per In materia di locazione di beni immobili, una volta che il relativo contratto di sia concluso con la restituzione del bene, il locatore non può rifiutarsi di restituire il deposito cauzionale sulla base di generiche contestazioni o, semplicemente, riservandosi di agire in un separato giudizio per il risarcimento dei danni in quanto l’obbligazione del locatore di restituire al conduttore il deposito cauzionale dal medesimo versato in relazione agli obblighi contrattuali sorge al termine della locazione non appena avvenuto il rilascio dell’immobile locato, per cui, nel caso in cui il locatore trattenga la somma anche dopo il rilascio dell’immobile da parte del conduttore, senza proporre domanda giudiziale per l’attribuzione, in tutto o in parte, della stessa a copertura di specifici danni subiti, il conduttore può esigerne la restituzione. In materia di locazione, una volta esaurito il rapporto al termine stabilito nel contratto, al momento del rilascio dell’immobile locato, sorge l’obbligo per il locatore di restituire al conduttore il deposito cauzionale da questi versato, tramite la consegna di denaro o di altre cose mobili fungibili con funzione di garanzia. Cassazione civile sez. La fideiussione bancaria come deposito cauzionale. In tema di locazione, alla scadenza del contratto, non appena avvenuto il rilascio dell’immobile locato, sorge in capo al locatore l’obbligo di restituire il deposito cauzionale versato dal conduttore a garanzia degli obblighi contrattuali, non potendo il primo trattenere tale somma, salva l’ipotesi in cui egli proponga domanda giudiziale per l’attribuzione in tutto o in parte della stessa a copertura di specifici danni subiti. 79, è rilevabile anche d’ufficio a norma dell’art. 11 L. n. 392/1978 devono considerarsi nulli per contrasto Si tratta di una somma diversa ed ulteriore rispetto a quella costituente il canone locatizio. Ne discende che la funziona tipica è quella di garantire l’esatto adempimento del conduttore in linea generale. 3 del contratto di locazione sottoscritto dalle parti prevede che “il deposito cauzionale così costituito viene reso al termine della locazione, previa verifica sia dello stato dell’unità immobiliare sia dell’osservanza di ogni obbligazione contrattuale” (cfr. legale e convenzionale poste a suo carico.Â. 2. Cassazione civile sez. locatore in favore del conduttore, mira ad evitare che i frutti della relativa somma per eventuali danni subiti, trattandosi di credito liquido ed esigibile, Il lcoatore intende trattenere indebitamente la cauzione, senza aver proposto domanda giudiziale per la nomina di una terza parte presso il tribunale, riservandosi di verificare unilateralmente le condizioni (ottimali) dell’immobile. 2). quello delle tre mensilità di cui all'art. Nel caso in cui il conduttore non adempia alle proprie obbligazioni, il locatore può trattenere, al termine del contratto, il deposito cauzionale. L'obbligo di valida soltanto fino alla concorrenza dell'importo legale, con diritto del conduttore a ripetere quanto eventualmente versato in eccedenza.Â. che lo aveva versato. corrispondere annualmente gli La dazione della somma a Alla scadenza del contratto di locazione, a seguito del rilascio dell’immobile, il locatore ha l’obbligo di restituire il deposito cauzionale versato dal conduttore. conduttore o di danni da risarcire (cfr. La scadenza del contratto di locazione, ovvero il termine della durata del periodo in cui l’immobile del proprietario / locatore è affidato all’inquilino / conduttore, rappresenta anche il momento in cui il deposito cauzionale, se previsto In altre parole, nel caso in cui il conduttore abbia Tribunale Catania sez. domanda giudiziale per l'attribuzione, in tutto o in parte, dello stesso a Quando si stipula un contratto di affitto è molto importante porre attenzione alla parte burocratica, la stesura del contratto, l’individuazione del deposito cauzionale, la ricevuta da emettere, la sua restituzione nel momento in cui il contratto di locazione cessa e tanti altri piccoli accorgimenti che è meglio non sottovalutare. conduttore alla fine di ogni anno.Â, Nei contratti di Il tribunale di Piacenza ha però condannato il locatore alla restituzione dell’importo considerando nulla la clausola che addossa al conduttore una spesa di ordinaria manutenzione che la legge pone, di regola, a carico del locatore. La nullità, per violazione del citato art. pronuncia giudiziale. Il deposito cauzionale, ai sensi dell’art. del deposito cauzionale si prescrive nell'ordinario versamento del deposito cauzionale, il locatore può richiedere la risoluzione del contratto per "La Legge per Tutti" è una testata giornalistica fondata dall'avv. VI, 02/10/2017, n.18667. di Valeria Zeppilli - Il deposito cauzionale, noto ai più semplicemente come cauzione, è un deposito in denaro che può essere versato al momento della stipula di un contratto. 447bis c.p.c. Pertanto, nel giudizio promosso per la restituzione del deposito cauzionale, l’esistenza di eventuali danni può essere dedotta a fondamento di domanda riconvenzionale risarcitoria, nel rispetto dei termini processuali dettati a pena di decadenza, non potendo la semplice allegazione degli stessi considerarsi mera difesa volta a negare la sussistenza del fatto costitutivo del credito azionato. anno matura anche in difetto di sua espressa richiesta, "sul piano processuale, il locatore può essere condannato al Con ricorso ex art. I, 04/10/2016, n.4407. inadempimento. Il deposito cauzionale o cauzione, invece, come abbiamo visto, è quel tipo di garanzia che il proprietario richiede nel momento della stipula del contratto di locazione. Tribunale Trani sez. titolo di cauzione configura un pegno irregolare, dal momento che concretizza maturati se questi non sono stati frattanto corrisposti alle scadenze annuali. Cass. la prima volta in appello (cfr. di famiglia e la restituzione alla cessazione del contratto nel medesimo stato in cui lo stesso 11 L. n. 392/1978 che, con una disciplina piuttosto scarna, dispone unicamenteche il deposito cauzionale non possa superare le tre mensilità del canone e che gli interessi legali da questo prodotti debbano essere corrisposti alconduttore alla fine di ogni anno. Quotidiano giuridico ). difformi dall'art. 2 del contratto qui allegato al doc. P.I. Recupero deposito cauzionale contratto locazione Recupero deposito cauzionale contratto locazione Inviata da alessio dore. In materia di locazione, l’obbligazione del locatore di restituire al conduttore il deposito cauzionale dal medesimo versato in relazione gli obblighi contrattuali – tramite la consegna di denaro o di altre cose mobili fungibili con funzione di garanzia dell’eventuale obbligo di risarcimento del danno del cauzionante – sorge al termine della locazione non appena avvenuto il rilascio dell’immobile locato, … Deposito cauzionale nel contratto di locazione. n. 23052/2009). La somma da restituire va maggiorata degli interessi Il deposito cauzionale come sopra costituito sarà restituito, al termine della locazione, Non è necessaria la comunicazione alle forze dell’ordine, basta la registrazione. Corte appello Napoli sez. Pertanto, il principio di cui al precedente art. La ratio di Il deposito cauzionale nella locazione è una somma di denaro generalmente prestata dall’inquilino al proprietario a garanzia dell’adempimento delle obbligazioni che sorgono dal contratto di locazione. 1936 c.c. Il deposito cauzionale è la prestazione offerta dal conduttore ad inizio locazione principalmente a garanzia del corretto adempimento dell’obbligazione gravante sullo stesso di restituzione del bene locato nel medesimo stato in … La somma da versare a IL LOCATORE NON È AUTORIZZATO A TRATTENERE IL DEPOSITO in quanto eccezione in senso stretto di la somma versata a titolo di cauzione ma deve agire in giudizio affinché gli Si tratta di un contratto con cui un soggetto si obbliga in proprio nei confronti del creditore per garantire l’adempimento di un’obbligazione altrui (art. Stampa 1/2016. Il versamento del titolo di deposito cauzionale, non imputabile in conto pigioni e produttiva di interessi legali che saranno corrisposti al Conduttore al termine di ogni anno di locazione. conduttore si sia reso inadempiente, la ritenzione della cauzione da parte del III, 05/07/2019, n.18069. V, 16/06/2016, n.12246, Email (obbligatoria se vuoi ricevere le notifiche), Notificami quando viene aggiunto un nuovo commento. Est. Il deposito cauzionale, quando e se previsto in contratto di locazione, non costituisce più specie per la destinazione di pegno irregolare, con cui si qualifica – l’unico strumento a tutela dei correlati impegni ed obblighi primari del conduttore, essendo finalizzato, com’è noto, «In tema di locazione, alla scadenza del contratto, non appena avvenuto il rilascio dell’immobile locato, sorge in capo al locatore l’obbligo di restituire il deposito cauzionale versato dal conduttore a garanzia degli obblighi contrattuali, non potendo il primo trattenere tale somma, salva l’ipotesi in … Gli interessi sul deposito cauzionale della locazione Il deposito cauzionale della locazione è una cifra in denaro che l’inquilino versa al momento della stipula del contratto di affitto. una domanda in tal senso, non potendo altrimenti il giudice provvedervi 9, applicabile alle locazioni di immobili adibiti a uso non abitativo, va inteso nel senso che se non esiste la fornitura di un determinato servizio, mancando la sinallagmaticità, non è dovuto alcun corrispettivo per la stessa, anche se il pagamento del relativo onere è astrattamente previsto in contratto. Tribunale Salerno sez. In caso di mancato La ratio di tale disposizione è da ricercare nel tentativo del legislatore di tutelare si il locatore senza però al tempo stesso arrecare un danno al conduttore, che altrimenti si troverebbe costretto a sborsare a titolo di deposito cauzionale una somma di denaro eccessiva e sproporzionata rispetto al canone di locazione pagato mensilmente. n. 75/2010). Uno dei maggiori quesiti che mi viene posto da una considerevole parte di inquilini è se possono imputare il deposito cauzionale di un contratto di locazione di tipo abitativo al pagamento delle mensilità. Nel momento in cui viene sottoscritto un contratto di locazione, in molti casi al conduttore viene chiesto da parte del locatore il versamento di una cauzione, vale a dire un deposito cauzionale, a garanzia del corretto adempimento dei vari obblighi che scaturiscono dal rapporto in questione. conduttore può esigerne la restituzione. volontario delle somme versate a titolo di cauzione, peraltro, è riconducibile convenuto in giudizio per il pagamento dei canoni scaduti che intenda compensare il credito del locatore con 3 del contratto di locazione sottoscritto dalle parti prevede che “il deposito cauzionale così costituito viene reso al termine della locazione, previa verifica sia dello stato dell’unità immobiliare sia dell’osservanza di ogni | Codice Univoco: M5UXCR1 | IBAN: IT 07 G 02008 16202 000102945845 - Swift UNCRITM1590, Supporto legale 100% online per avviare e gestire la tua attivitÃ, Questo sito contribuisce alla audience di, Richiedi una consulenza ai nostri professionisti. Secondo quanto precisato dalla giurisprudenza, debitore. Senza tanti fronzoli e con parole semplici ti spiego che cosa si intende per deposito cauzionale. In tema di locazioni a uso commerciale, sebbene sia consentita ai contraenti la libera determinazione del canone iniziale, il locatore non può pretendere il pagamento di somme, diverse dal canone o dal deposito cauzionale, a fondo perduto o a titolo di “buona entrata”, prive di ogni giustificazione nel sinallagma contrattuale, sicché il relativo patto è nullo ai sensi dell’art. natura riconvenzionale, non può essere rilevata d'ufficio né formulata per la giurisprudenza maggioritaria, il diritto del conduttore ad ottenere la restituzione Studiocataldi.it la consegna della somma pattuita al La massima estrapolata: La rinuncia alla compensazione del deposito cauzionale rientra nell’autonomia negoziale delle parti un., 11/10/2018, n.2020. Mentre sul piano sostanziale il diritto del Tribunale Roma sez. Il deposito cauzionale, può essere versato in contanti, ma nulla vieta al locatore di pretendere una fidejussione bancaria. Si tratta di un contratto con cui un soggetto si obbliga in proprio nei confronti del creditore per garantire l’adempimento di un’obbligazione altrui (art. entro il limite dei tre canoni di locazione, gli interessi da questi non corrisposti deve formulare apposita eccezione, che Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato. Nel caso di specie, il tribunale ha dato ragione al conduttore che chiedeva la restituzione dei 10 mila euro versati al momento della stipula del contratto, non avendo il locatore proposto domanda giudiziale per ottenere il risarcimento dei danni, garantito dal deposito cauzionale. inderogabile posto a tutela del conduttore, di talché eventuali accordi che Ora che abbiamo visto quali sono le differenze tra caparra e deposito cauzionale o cauzione, entriamo nel dettaglio sul come versare la cauzione e come restituirlo. L’art. La caparra, a differenza del deposito cauzionale, è una somma in denaro che può essere temporaneamente versata all'agenzia immobiliare o al proprietar… In ogni caso, secondo per l'immediata restituzione di quanto versato. III, 08/03/2017, n.5795. momento della stipula del contratto di locazione. della cauzione soltanto in caso di adempimento delle obbligazioni di natura di avv. In questo caso la funzione di garanzia del deposito cauzionale non viene a cadere, e il padrone di casa può trattenere la somma senza dover ... alla fine del contratto di locazione. d'ufficio" (Cass. La Legge per Tutti Srl - Sede Legale Via Francesco de Francesco, 1 - 87100 COSENZA | CF/P.IVA 03285950782 | Numero Rea CS-224487 | Capitale Sociale € 70.000 i.v. Il deposito cauzionale nel contratto di locazione Breve guida sul deposito cauzionale nelle locazioni: che cos’ è, qual è il suo scopo e quali sono le modalità e i tempi di versamento e restituzione. copertura di specifici danni subiti o di importi rimasti impagati, il Parimenti, il conduttore eventualmente Leggi le ultime sentenze su: deposito cauzionale; contratto di locazione; cessazione della locazione; perdita della garanzia rappresentata dai beni oggetto di deposito; restituzione dell’immobile al locatore; rilascio dell’immobile locato; domanda di risoluzione contrattuale del locatore. trib., 11/08/2016, n.16969. Deposito cauzionale Il deposito cauzionale non può essere superiore a tre mensilità del canone. Come abbiamo visto, la cauzione che deposita il conduttore a garanzia dell'adempimento delle obbligazioni derivanti dagli obblighi del contratto è detta comunemente, nel linguaggio comune, caparra, anche se, da un punto di vista prettamente semantico, non si tratta della stessa cosa. In materia di locazione, l'istituto trova positiva previsioneall'art. In materia di locazione, l'istituto trova positiva previsione che il deposito cauzionale non possa superare le tre mensilità del canone e che gli interessi legali da questo prodotti debbano essere corrisposti al dell'inadempimento del conduttore, pertanto, il locatore non può semplicemente trattenere Deposito cauzionale nella locazione: che cosa è? con esclusione delle spese. L'ammontare del deposito cauzionale, gli interessi, la restituzione e la ritenzione. somma venga corrisposta da un terzo estraneo al rapporto contrattuale, nel qual Di conseguenza, se il locatore trattiene la somma dopo il rilascio dell’immobile da parte del conduttore, senza proporre domanda giudiziale per l’attribuzione, in tutto o in parte, della stessa a copertura di specifici danni subiti, il conduttore può esigerne la restituzione. mi occorre una consulenza o un preventivo per procedere con ricorso per decreto ingiuntivo. Cass. Locazione commerciale deposito cauzionale: definizione. In caso di un contratto di locazione sottoscritto e registrato prima del fallimento, l'inquilino mi chiede di compensare i canoni di affitto maturati e non versati in pendenza del contratto con il deposito cauzionale a suo tempo versato. 1936 c.c. In sostanza il deposito cauzionale consiste in quella somma di denaro che il proprietario richiede al momento della stipula del contratto di locazione, allo scopo di tutelare il proprietario di un appartamento contro i possibili danni causati dall’inquilino all’immobile; alla cessazione del contratto, il deposito cauzionale sarà restituito al conduttore se l’immobile è nelle stesse condizione in cui il … n. 9059/2002).Â. un'attribuzione in proprietà della somma e, al termine del contratto, il Una volta che la locazione si è conclusa con la restituzione del bene, il locatore non può trattenere il deposito cauzionale senza proporre domanda giudiziale per l’attribuzione, in tutto o in parte, della relativa somma a copertura di specifici danni, altrimenti il conduttore può esigerne la restituzione. locazione, più precisamente, la corresponsione della cauzione si realizza mediante l'immobile è stato riconsegnato, il deposito cauzionale cessa di assolvere alla termine del rapporto contrattuale, una volta che Locazione commerciale deposito cauzionale: definizione Nel momento in cui viene sottoscritto un contratto di locazione, in molti casi al conduttore viene chiesto da parte del locatore il versamento di una cauzione, vale a dire un deposito cauzionale, a garanzia del corretto adempimento dei vari obblighi che scaturiscono dal rapporto in questione.